La Città Invisibile

Portale di Approfondimenti Generali

caratteristiche Sony RX10 Mark IV

Oggi ti parleremo della Sony RX10 Mark IV, una macchina fotografica che raccoglie l’eredità della RX10 III, intervenendo nella correzione di alcuni problemi segnalati dagli utenti. Grazie al nuovo modello, infatti, è stato possibile intervenire sull’esperienza utente e sull’affidabilità, potenziando entrambi gli elementi.

Si parla soprattutto dei miglioramenti fatti sull’autofocus, con una messa a fuoco automatica più performante nel nuovo modello. Inoltre, vale la pena di menzionare un touchscreen di ottima qualità, con dei menu finalmente aggiornati rispetto alle precedenti versioni, e più chiari da navigare. Infine, prima di scoprire la nostra recensione della Sony RX10 Mark IV, ecco un’altra ottima notizia: questa fotocamera possiede molte più funzioni personalizzabili.

Recensione Sony RX10 Mark IV

Questa fotocamera Sony è in grado di scattare a 24 fps, ed è anche decisamente più veloce rispetto ad altri modelli della medesima fascia di prezzo. Questa rapidità, unita ad un sistema AF potenziato, permette al modello in questione di fotografare anche soggetti in movimento.

In secondo luogo, presenta un ottimo livello in termini di acquisizione di video in 4K, con una serie di opzioni cinematografiche avanzate, e una modalità frame rate più performante. Possiamo dunque considerare la Sony RX10 Mark IV la migliore fotocamera ibrida di fascia alta?

Design e struttura

L’impugnatura della Sony RX10 Mark IV è tutto sommato comoda, il peso è ben bilanciato e la qualità costruttiva è di ottima fattura, compresi i materiali impiegati. In altre parole, quando la impugniamo è possibile provare una buona sensazione di solidità , sebbene altre fotocamere riescano meglio in questo obiettivo. Detto ciò, il già citato touchscreen aumenta il voto complessivo di questo prodotto Sony, perché lo rende più facile da usare rispetto ai modelli passati.

Questo consente infatti di accedere a tantissime funzioni e opzioni personalizzabili, con un limite: il touchscreen non può essere utilizzato per la navigazione nei menu della Sony RX10 Mark IV.

Ad ogni modo, come detto poco sopra, la navigazione nei menu appare fluida e senza alcun tipo di problema. Le impostazioni ora sono organizzate secondo una logica precisa, e non più “spezzettate” in diversi menu, come accadeva prima. E poi è possibile accedere ad una lista delle ultime funzioni usate, cosa che facilita non di poco la vita agli utenti.

Quali sono gli altri dettagli da tenere a mente? Adesso gli utilizzatori possono impostare un pulsante per l’attivazione dell’AF, e qui occorre sottolineare un limite: gli altri pulsanti di questa Sony, purtroppo, sono abbastanza scomodi da raggiungere e piuttosto piccoli.

Prestazioni

La Sony RX10 Mark IV, almeno sulla carta, è una delle fotocamere ibride più performanti sul mercato attuale, e in effetti si dimostra all’altezza delle aspettative. Le prestazioni del sistema di autofocus AF lo confermano, con un rilevamento a 315 punti: un valore molto elevato, che fa il paio con la possibilità di scattare a 24 fps.

Le caratteristiche tecniche della Sony RX10 Mark IV le consentono di catturare senza alcun tipo di problema i soggetti in movimento, però va fatta una precisazione: non essendo una macchina fotografica sportiva di livello professionale, questa Sony non riesce ad assicurare delle prestazioni di tale livello. Di contro, per chi desidera una macchina fotografica che eccelle anche nei video in 4K, si presenta come una buona soluzione.

Qualità dell’immagine e video

Per quanto concerne la qualità dell’immagine, è bene sottolineare che questo modello non sembra molto diverso dal suo predecessore, perché monta sostanzialmente lo stesso chip. Non si tratta comunque di una cattiva notizia, tutt’altro: l’RX10 III, infatti, era già noto per avere una resa in termini di immagini superiore alla norma.

Chiaramente la Sony RX10 Mark IV non può dirsi l’assoluta incarnazione della perfezione, pure se si parla delle foto. Questo per via del fatto che il profilo standard produce dei JPEG un po’ piatti, ma può essere risolto tutto provando altri profili più vividi, o scattando in RAW.

Le prestazioni complessive sono leggermente migliorate, anche con i JPEG, perché la Sony RX10 Mark IV svolge un lavoro più capace con i dettagli, soprattutto a livelli ISO elevati. Purtroppo, se da un lato è presente una tecnologia di riduzione del rumore, dall’altro questa si fa alle volte aggressiva, provocando delle discromie. Però, ancora una volta, modificando le impostazioni è possibile ridurre al minimo sindacale questo problema.

E i video? La stabilizzazione ottica compie il suo dovere, consentendo un buon livello di riprese a mano libera in 4K e Full HD. Anche la modalità Active IS si dimostra una buona aggiunta al pacchetto, più che discreta. Inoltre, la Sony RX10 Mark IV ospita anche un jack per microfono e cuffie, il che ti dà la possibilità (se lo desideri) di ottenere un’acquisizione dell’audio migliorata.

Infine, la gamma dinamica è ottima, dato che monta delle lenti di qualità cinematografica. Infatti le riprese sono quasi impressionanti, considerando che ci troviamo fra le mani una “semplice” macchina fotografica.

Conclusioni

La Sony RX10 Mark IV vanta una serie di peculiarità molto interessanti, e in certi casi uniche. Questo modello, infatti, si propone come l’opzione perfetta per chi desidera un dispositivo in grado di gestire sia le foto sia i video, garantendo un ottimo livello qualitativo. In secondo luogo, è molto facile da usare, per via dei suoi menu intelligenti, che la rendono un prodotto ideale anche per chi svolge professioni come il giornalismo, o per chi coltiva l’hobby dei viaggi.

Inoltre, ti abbiamo spiegato che la Sony RX10 Mark IV si comporta molto bene con i soggetti in movimento, ma non devi comunque confonderla con una fotocamera per lo sport. Semplicemente perché non lo è: la mancanza della capacità di zoom con mantenimento della messa a fuoco, e la sua complessiva lentezza, possono diventare un fastidioso problema per chi vuole fotografare le azioni salienti nel vivo. Però l’auto focus è davvero performante, sempre se si parla di un utilizzo quotidiano e non professionale.

In conclusione, la Sony RX10 Mark IV si dimostra un’ottima fotocamera ibrida, con decisi passi in avanti rispetto al Mark III, e con video in 4K di livello spettacolare. Ma anche con dei piccoli limiti per i soggetti in movimento.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.