psicologo psicoterapeuta psicoterapista ipnosi
L'e-commerce: commercio elettronico e protezione minori in rete
Il commercio elettronico o e-commerce è la possibilità di comprare e vendere via Internet tramite negozi virtuali.

Il negozio virtuale somiglia a quei cataloghi che mandano per posta. Si sceglie la merce, si paga in anticipo o in contrassegno, e si riceve direttamente a casa.

Si va da negozi con un unico articolo fino a grandi magazzini virtuali dove si acquista tutto: dai gioielli agli alimentari.

Con i contatti giusti, dicono, si possono trovare anche piccoli ordigni nucleari a prezzi molto vantaggiosi.

I siti specializzati rendono più agevoli le operazioni di shopping. Scegli quello che ti serve, lo metti in elenco che si chiama "carrello virtuale". Ci pensi qualche giorno, aggiungi qualche altra cosa, quando ti sembra di avere preso tutto, paghi e ti fai spedire.

Ci sono anche le "liste dei desideri", elenchi degli oggetti che per ora non compri, ma che annoti in una specie di promemoria per le prossime spese.

Non potevano mancare le liste dei regali: elenchi di oggetti acquistabili per te da chi vuole farti un regalo.
Tipo liste di nozze, ma utilizzabili per qualsiasi occasione ed anche senza bisogno di occasioni.

Alcuni siti permettono l'apertura di conti. Non occorre che il donatore acquisti un articolo specifico. Invia i soldi e il titolare del conto deciderà come e quando utilizzare il credito di cui dispone.

Queste modalità sono comode per fare regali a colpo sicuro a parenti lontani. Possono però costituire anche un pericolo potenziale per la sicurezza dei minori in Rete.

Il negozio virtuale più famoso al mondo è Amazon, partito come libreria virtuale, attualmente è una specie di Grandi Magazzini Lafayette della Rete. Se preferite, ci sono anche i Magazzini Lafayette originali.

Per avere un'idea di come funzionano i negozi virtuali, si può dare un'occhiata a CHL o Bol.it, in italiano.

Può rientrare nel commercio elettronico anche l'acquisto di servizi: viaggi, consulenze, corsi di formazione.
Cos'è il commercio elettronico
 
 
Quando si parla di aste online, si pensa subito ad eBay, il più famoso, ma non l'unico sito che offre questo servizio.

E' un posto abbastanza frequentato dai giovani e dai giovanissimi, anche quando non devono comprare nulla.

La funzione principale di eBay è organizzare aste online, in cui anche i privati possono proporre propri oggetti.

Se si vuol vendere qualcosa, ci si iscrive, si invia la descrizione dell'oggetto, possibilmente con foto, si fissano il prezzo minimo di partenza e la data e l'ora in cui si chiuderà l'asta.

L'oggetto apparirà tra quelli messi all'asta, ed i visitatori interessati potranno fare le loro offerte. Alla data e all'ora stabilite l'asta si chiude, e chi ha fatto l'offerta più alta (l'ultima) si aggiudica l'articolo.

Sul sito di eBay sono spiegati i dettagli relativi a pagamento, spedizione, reclami, percentuale (non proprio irrisoria) da lasciare ai gestori del sito.
Un motore di ricerca interno al sito consente di rintracciare quello che cercate.

A mettere all'asta su eBay ci sono anche negozi virtuali che scelgono questa modalità di vendita accanto a quella diretta tradizionale. In molti casi si può quindi scegliere se partecipare all'asta o acquistare direttamente ad un prezzo stabilito.

Ciascun venditore ha la sua pagina, con i cataloghi della merce, quella messa all'asta e quella acquistabile direttamente.

Questo fa di eBay anche una specie di enorme bazar, dove si possono trovare le mercanzie più inconsuete. Alla pagina Incredibile ma eBay vengono segnalati gli articoli più bizzarri. Vale la pena farci una visita.

eBay è ramificata a livello planetario, quindi sul vostro schermo arrivano le offerte di singoli e di rivenditori da tutto il mondo.
Le aste online ed eBay
I vantaggi del commercio elettronico
Cos'è il commercio elettronico o e-commerce
eBay e le aste online
I vantaggi del commercio elettronico
I rischi del commercio elettronico:
- Truffe nel commercio elettronico
- Commercio elettronico e merci illegali
- Modalità di transazione per minori
- Commercio elettronico e dipendenza
Precauzioni contro i rischi del commercio elettronico

-
Alla normativa ufficiale si aggiungono spesso altre forme di tutela da parte dei rivenditori.

Chi acquista da un rivenditore eBay, ad esempio, è invitato ad inviare un feedback che viene reso pubblico. Questo permette di controllare la serietà di un rivenditore, prima di fare acquisti.

Oltre a trovare, potete anche sbarazzarvi di quello che non vi serve più, con il realizzo più conveniente.


Intuibili.

Trovate di tutto, proprio di tutto, nuovo e usato, in qualsiasi parte del mondo, a prezzi decisamente convenienti, e senza muovervi da casa.

Gli acquisti fatti in Italia sono tutelati dalla normativa del nostro paese, che consente la restituzione della merce se è difettosa o se non risponde alla descrizione o alle aspettative di chi compra.
 
La città invisibile - sicurezza minori in Internet
Città invisibile: sicurezza e protezione minori su Internet
  Home    L'autore    Internet e minori    Computer e minori    Siti amici    Altre risorse
I rischi del commercio elettronico
Informazioni e assistenza su quest'aspetto della sicurezza si trovano sui siti della Polizia o dei Carabinieri, o su quelli delle associazioni dei consumatori, come Adiconsum, Federconsumatori, Altro consumo, ADUC.
Truffe. Un margine di rischio di truffe o di bidoni c'è, senza contare i pericoli legati alla trasmissione dei dati della carta di credito.

Ma questo non riguarda la sicurezza in rete dei minori.


 
Merci illegali o inadatte a ragazzi
Senza tirarla tanto per le lunghe: pensate a qualcosa che non vorreste mai vedere per le mani di vostro figlio.

Pensato?

C'è!

Se è poco probabile che in casa vostra entri il set sado-maso senza che ve ne accorgiate, altre cose, ad esempio una confezione di qualche farmaco strano, possono passare più inosservate.

Per il pagamento non sempre viene chiesta la carta di credito, si può pagare anche per Posta, e le somme richieste per alcune delle merci sconsigliabili, possono facilmente essere a portata di adolescente.

Anche su un sito serio, come eBay, si trovano pornoshop con cataloghi, descrizioni e fotografiche - esplicite e dettagliate - della merce offerta.

E' poco probabile che vostro figlio o vostra figlia si facciano arrivare a casa un set sado-maso o un vibratore anatomico in soffice lattice con simulazione di eiaculazione, ma intanto possono vederli e sapere come si usano.

Poi ci sono i negozi di oggetti esoterici, che vendono talismani, oggettistica per i riti di magia nera e manuali per l'invocazione dei demoni.

Farmacie online dalle quali è possibile acquistare farmaci psicotropi (psicofarmaci) senza alcuna formalità.

C'è chi si vende l'anima, chi mette all'asta la verginità, chi "quindici giorni di sesso a chi mi paga una vacanza".
 
Modalità di transazione
Tradotto letteralmente: cyberputtane. Prestazioni sessuali virtuali a pagamento, consistenti per lo più in esibizioni in webcam o nel commercio d'immagini e filmati di se stessi.

Episodi di cronaca anche recenti, di ragazze molto giovani che vendevano i propri nudi non d'autore ai compagni di scuola, fanno pensare che ormai il fenomeno stia per fare la sua apparizione anche in Italia.

Teniamoci pronti a scandalizzarci.
Abbiamo visto che è possibile acquistare online regali da fare spedire ad altre persone, ed è possibile versare su conti di terzi, somme di denaro che i terzi possono utilizzare per i loro acquisti.

Una comodità che però permette pagamenti anche consistenti a minorenni che non possono essere titolari di conti in banca o di carte di credito.

In un'altra pagina di questo sito viene spiegato come questo rende possibile anche a giovanissimi di entrambi i sessi, praticare il mestiere più moderno del mondo: il (o la) cyberwhore.


 
Dipendenza da eBay
Di vitale importanza non è l'articolo battuto. Di vitale importanza, è riuscire a spuntarla sugli altri concorrenti.

Appena aggiudicato l'articolo, se ne cercano un altro, e si ricomincia.

Sono propenso a credere che i giovanissimi siano poco vulnerabili a questa forma di dipendenza.

Tra gli adulti è più diffusa di quanto non si possa immaginare.


Tra le net-addictions o dipendenze da Internet, è stata segnalata anche la dipendenza da eBay e siti simili.

Si tratta di persone che si attaccano ad eBay tutte le volte che possono, e seguono l'andamento delle aste, anche di quelle alle quali non partecipano, per vedere come vanno le offerte, e a quanto l'oggetto viene aggiudicato.

C'è chi punta la sveglia nel cuore della notte o molla un cliente nel mezzo di una transazione d'affari, per fare l'ultima offerta, un attimo prima della scadenza di un'asta.
Precauzioni per la protezione dei minori dai rischi del commercio elettronico
Dovrebbe essere sufficiente ad evitare brutte sorprese.



Ripassare ed applicare le regole da 2 a 9 del regolamento per i ragazzi, e le regole da 1 a 7 (tutte) del regolamento per i genitori.
 
 
Torna inizio pagina
La città invisibile
sito di psicologia per non psicologi
dedicato alla protezione ed alla navigazione sicura dei minori su internet
>Sei nella sezione:
   Internet e minori
Home  L'autore  Mappa del sito

Ricerca personalizzata
     La mappa          Potenzialità         Rischi          Protezione          Risorse