psicologo psicoterapeuta psicoterapista ipnosi
I forum e i gruppi di discussione (newsgroup)
Sono dei posti dove i visitatori discutono tra loro su argomenti specifici o generici.

In un forum dedicato, ad esempio, ad un determinato videogioco, io posso inviare un messaggio che può consistere in una semplice considerazione (è bello, è brutto) o in una richiesta di aiuto (come faccio a superare un ostacolo che mi impedisce di passare alla fase successiva del gioco?)

Gli altri navigatori che frequentano il forum lo leggono, e se hanno tempo e voglia, possono rispondere, comunicandomi le informazioni che cerco o esprimendo il loro parere rispetto alle cose che ho detto.

A differenza delle chat, dove gli scambi avvengono in tempo reale e solo tra quelli collegati in quel momento, ciò che viene scritto nei forum resta registrato, a disposizione dei futuri visitatori.

Può essere letto anche da quelli che si collegheranno in momenti successivi.

Le risposte agli interventi possono arrivare nel giro di pochi minuti ma anche dopo settimane o mesi.
Esistono forum dedicati ad argomenti specifici, come già detto. Sport, musica, arte, videogiochi, storia, politica. Esistono forum dedicati ad aree geografiche: una città, un quartiere.

Alcune scuole hanno il loro forum, dove gli alunni possono scambiarsi opinioni sulla vita scolastica.

I newsgroup (o gruppi di discussione) sono sostanzialmente dei forum, ma mentre ai forum si arriva via web, i newsgroup richiedono programmi dedicati.

Inoltre i forum nel web sono sparsi qua e là. In un sito dedicato ai videogiochi c'è un forum dove si discute di videogiochi, nel sito del Milan c'è il forum sul Milan, eccetera.

I newsgroup al contrario sono tutti raggruppati in elenco. Quando si apre il programma per collegarsi, si riceve una lista di alcune decine di migliaia di questi gruppi di discussione, e si scelgono quelli cui si intende partecipare.

Il numero è dovuto anche all'esistenza di newsgroup in tutte le lingue del mondo.
Cosa sono
 
 
I forum sono delle pagine web, ed hanno pertanto un proprio indirizzo "www".

Ai newsgroup invece non si accede in maniera diretta. Occorre trovare un server che dia l'accesso, cosa che comporta iscrizione e spesso anche pagamento di una quota.

La maggior parte dei gestori che danno accesso ad Internet (Alice, Tiscali, ecc.) permette anche la consultazione dei newsgroup ai propri clienti.

Alcuni server a pagamento danno accesso a numeri veramente esorbitanti di gruppi di discussione.
I gestori italiani, in compenso, mettono a disposizione un numero maggiore di newsgroup in lingua italiana.

Per consultare i newsgroup occorre avere un programma specifico, e configurarlo con dei parametri che vengono forniti dal gestore.

Tra i programmi più usati ci sono Xnews (gratuito) e Forte Agent (in versione gratuita e a pagamento).

Alcuni gestori permettono l'accesso ai gruppi di discussione direttamente via web.
Come si accede
Vantaggi di forum e newsgroup

Cosa sono
Come si accede
Come funzionano
Vantaggi
Rischi

Avete ricevuto in regalo una pianta esotica che da segni di malattia, cercate il forum o il newsgroup sulle piante esotiche e ponete la domanda: "Ho seguito tutte le regole di coltivazione, ma la pianta presenta questi sintomi... che devo fare?"

Siete indecisi su quale macchina comprare? Cercate un forum sulle macchine, generale o specifico su un determinato modello, e chiedete informazioni a quelli che hanno comprato il modello che vi interessa: consumi reali, affidabilità, altre caratteristiche.

Ancora una volta, Internet ci propone uno strumento attraverso il quale è possibile confrontarsi con altre persone, che già non è poco.

Forum e newsgroup hanno anche un'utilità pratica. Attraverso questi canali di discussione, è possibile ricevere informazioni dirette di tipo pratico su quasi qualsiasi argomento. Basta cercare il gruppo giusto, e porre il quesito.

Ad esempio, se la vostra nuova lavatrice fa un rumore strano, cercate un forum sulle lavatrici e ponete la domanda: "Qualcuno ha questo modello di lavatrice? Sa dirmi se è normale che fa questo rumore quando scarica?"

 
La città invisibile - sicurezza minori in Internet
 
Per avere un'idea di come funziona un forum, conviene andare a guardarne un paio. Suggerisco ad esempio il forum di una squadra giovanile di basket: http://baronissi-under15.forumattivo.com/

Come vedete, ci sono varie aree di discussione, in ciascuna area ci sono le discussioni in corso. Posso leggere gli interventi di una discussione aperta, e aggiungere la mia opinione o la mia risposta a qualcuno che ha espresso la sua.

Chi leggerà quello che ho scritto, potrà esprimere il suo parere anche sul parere che ho espresso io in merito all'argomento.

Naturalmente posso anche aprire una nuova discussione su di un nuovo argomento.

A differenza di quello che avviene nelle discussioni dal vivo, fuori Internet, nei forum non sono possibili sovrapposizioni di voci, e tutti quelli che vogliono intervenire possono farlo.

Non vige la regola che riesce a parlare chi urla più forte. I turni sono rispettati per definizione, perché ogni contributo viene registrato rigorosamente in ordine di arrivo.
A volte ci può essere un po' di confusione, ma nel complesso la cosa funziona.

La maggior parte dei forum è "moderata", c'è qualcuno cioè che si fa carico di leggere tutto quello che viene scritto, e di bloccare discussioni che vanno fuori tema o che diventano troppo accese.

I ragazzi frequentano di solito i forum dedicati ai videogiochi, ai cantanti ai gruppi musicali, e a qualche altro argomento d'interesse adolescenziale, mentre ignorano quasi completamente l'esistenza dei newsgroup.

E' possibile creare il proprio forum personale, dedicato ad un argomento di proprio interesse.

Può essere una buona idea incoraggiare questo tipo d'attività, magari facendola partire come un'iniziativa di gruppo (della scuola, della classe, della parrocchia), in modo da garantire da subito un buon numero di accessi e d'interventi.

In caso contrario, l'iniziativa potrebbe venire del tutto ignorata nel grande oceano di Internet, e questo creerebbe disillusione e scoraggiamento.
Come funzionanono
Pericoli
Ci sono newsgroup ricchi di bellissime immagini di astronomia, di animali o di paesaggi.

Altri purtroppo propongono immagini pornografiche, per tutti i gusti e  perversioni.

Un altro inconveniente dei forum, è che per motivi che non starò a spiegare, le discussioni tendono ad infiammarsi molto facilmente, degenerando in insulti e linguaggio scurrile.

Occorre ricordare ai ragazzi che anche su Internet devono valere le regole della buona educazione.

Occorre farlo prima che comincino a pensare che queste regole possono essere ignorate anche fuori Rete.
Ai forum si accede via web, quindi presentano i tipici rischi del web.

Anche se il forum è affidabile, si può facilmente arrivare con pochi clic ai soliti contenuti inaffidabili.

Accanto a molti forum utili, affidabili e adatti ai ragazzi, ce ne sono di dedicati ad argomenti fuori dei confini. I soliti: sesso, violenza, coltivazione della marijuana...

Ovviamente questi non devono essere frequentati.

I gruppi di discussione presentano qualche rischio in più.

Moltissimi di questi newsgroup sono costituiti esclusivamente da immagini inviate dai frequentatori.
 
Città invisibile: sicurezza e protezione minori su Internet
  Home    L'autore    Internet e minori    Computer e minori    Siti amici    Altre risorse
Torna inizio pagina
La città invisibile
sito di psicologia per non psicologi
dedicato alla protezione ed alla navigazione sicura dei minori su internet
>Sei nella sezione:
   Internet e minori
Home  L'autore  Mappa del sito

Ricerca personalizzata
     La mappa          Potenzialità         Rischi          Protezione          Risorse